Semola – Fusillo ”60

Data: 1988

Collocazione

BAR I Re 1988 00017

Dettagli

Marca: Barilla

Note

60″ C U-MATIC YOUNG & RUBICAM
Cfr. BAR I Ebb 2003/8.

Soggettario

Approfondimenti

Campagna televisiva “culto”, durata sette anni (e poi variamente ripresa e rielaborata nel tempo, fino ai giorni nostri), in cui un inconfondibile tema musicale composto dal musicista greco Vangelis (Evangelos Odyssey Papathanassiou, 1943-), variamente arrangiato, accompagna storie di famiglie e di affetti, totalmente prive di dialoghi al di fuori del celebre payoff conclusivo “Dove c’è Barilla, c’è casa”, che rendono la pasta il fulcro e il simbolo della famiglia stessa, delle tradizioni buone e sane e dei sentimenti migliori.

FUSILLO
Agenzia: Young & Rubicam
Direttore creativo: Gavino Sanna
Art Director: Gavino Sanna
Copywriter: Verdiana Maggiorelli
Regia: Massimo Magrì
Direttore fotografia: Vittorio Storaro
Tv Producer: Alessandra Ferrari
Casa di produzione: Politecne
Musica: “Hymne”, Vangelis
Arrangiamento: Jinglebell
Interpreti: Tommy Tomaszewsky (padre), Marlene Weber (madre), Maya Serwenska (bambina), Alessandro Ledda (bambino)
Location: Budapest
Anno: 1988
Durata: 60”, 50”, 45”
Codice ASB: BAR I Re 1988/15-16-17
Abstract: Un giovane padre sta preparando la valigia, mentre la sua bambina legge un libro. E’ ora di pranzo e la mamma, che ha cucinato i fusilli Barilla, chiama tutti a tavola. Terminato il pasto, la famiglia sale in macchina per accompagnare papà all’aeroporto. Durante il tragitto la bimba mostra al fratellino un fusillo crudo e, dopo aver scambiato con lui uno sguardo d’intesa, lo fa scivolare di nascosto nella tasca della giacca del papà che sta guidando. Questi, che non si è accorto di nulla, avrà una lieta sorpresa quando, solo e malinconico nella sua camera d’albergo, troverà il fusillo in tasca che gli ricorda gli affetti e la famiglia lontana.

Riferimenti bibliografici
E. GROSSI, Pop jingles, in "Vinile" - n. 5-2016 (ed. Sprea).